Notizie sul web marketing, digital e social, inbound marketing

    GOOGLE ANALYTICS

    Google Analytics: guida all’uso per principianti

     

     

    Google Analytics è uno strumento di web marketing con il quale analizzare i dati digitali e le informazioni che derivano dal tuo sito web.

    Qual è l’obiettivo?

    Studiare gli utenti del sito e il loro comportamento in tempo reale, verificando l’efficienza delle tue campagne e dei canali, portandoti ad una strategia di successo.

    I primi steps per iniziare

    • Se non possiedi un account Google, creane uno collegandoti al sito accounts Google;
    • accedi a Google Analytics e registrati;
    • al termine della registrazione, clicca su “Ricevi ID monitoraggio”: riceverai un codice da aggiungere al tuo sito web;
    • configura l'account, le proprietà e le viste per determinare l'accesso ai tuoi dati e scegliere quali rendere disponibili.

    Il gioco è fatto!

    Puoi anche scaricare l'app di Google Analytics dopo aver installato il codice di monitoraggio sul tuo sito o nella tua app in modo da poter utilizzare i rapporti Analytics in qualunque momento!

    Che cos'è l'ID monitoraggio?

    Si tratta del codice che si ottiene una volta registratosi su Google Analytics. Il codice di monitoraggio è in linguaggio JavaScript ed è quello che permette di controllare il tuo sito internet: appena un utente visita una pagina del tuo sito, il codice raccoglie le informazioni e le invia a Google Analytics!

    Come inserire il codice di monitoraggio nel tuo sito?

    Puoi inserire il tuo personale ID monitoraggio in diversi modi:

    • Manualmente, copiando e incollando il codice nell'header del sito (prima di </head).
    • Attraverso Google Tag manager
    • Tramite plugin se il tuo sito è costruito con un CMS (come Wordpress, ad esempio).

    COME FUNZIONA GOOGLE ANALYTICS?

    LA HOME PAGE

    Nella home page puoi visualizzare un riepilogo delle informazioni più rilevanti sui tuoi dati:

    • UTENTI, sono le persone che visitano il sito;
    • SESSIONI, ovvero un contenitore delle azioni intraprese da un utente sul sito in un intervallo di tempo ben preciso;
    • FREQUENZA DI RIMBALZO, cioè la percentuale di utenti che nel sito hanno aperto una sola pagina;
    • TASSO DI CONVERSIONE, ovvero il tasso di raggiungimento degli obiettivi prefissati;
    • DURATA DELLA SESSIONE, ovvero quanto tempo l’utente resta nel sito.

     

    home page google analytics

     

    Inoltre, puoi verificare come acquisisci nuovi utenti:

    • Organic search, è il traffico derivante dalle ricerche sui motori di ricerca;
    • Referral, è il traffico dai siti web (no social);
    • Direct, l’utente arriva al sito digitando l’URL direttamente nel browser;
    • Paid search, è il traffico dalla rete di ricerca Google Ads o da altri motori di ricerca
    • Altro, è tutto il resto.

    RAPPORTI IN TEMPO REALE

    Possono essere visualizzati quanti sono gli utenti attivi al momento, da dove provengono e le visualizzazioni di pagina al minuto e al secondo.

    La Panoramica in tempo reale mostra:

    • Le visualizzazioni di pagina al minuto e al secondo;
    • La sorgente degli utenti e il numero di utenti attivi per ciascuna pagina;
    • I referral degli utenti attivi, nonché le loro posizioni geografiche e le pagine attraverso cui hanno avuto accesso al sito;
    • Il traffico dai social network.


    Sono resi visibili anche i contenuti, ovvero le pagine visualizzate e gli eventi, che sono le interazioni degli utenti con i contenuti del sito web (ad esempio: download, clic, gadget, riproduzioni video).

    RAPPORTI PUBBLICO

    Questa sezione permette di conoscere i visitatori del tuo sito web secondo parametri che sono: età, sesso, paesi in cui vivono, lingua parlata, dispositivi e sistemi operativi usati per connettersi, i loro interessi.

     

    rapporti pubblico analytics.png

     

     

    rapporti pubblico google analytics

     

    Può essere visualizzato il Lifetime value, che è il valore di utenti diversi in base al rendimento nel tempo su più sessioni. Ad esempio, si può verificare il lifetime value degli utenti acquisiti tramite campagne e-mail o ricerche a pagamento.

    Inoltre, può essere effettuata l’analisi di coorte. Una coorte è un insieme di utenti che condividono caratteristiche comuni o hanno esperienze simili in uno stesso intervallo di utilizzo della piattaforma.

    Il tipo di coorte è la dimensione sulla base della quale segmentare e costituire un gruppo omogeneo. L’unico tipo di coorte è la data di acquisizione, ovvero gli utenti che hanno effettuato una visita sul sito web.

    RAPPORTI ACQUISIZIONE

    I rapporti acquisizione sono fondamentali per verificare l'efficacia della tua strategia di web marketing. I dati che si ottengono da questi report, infatti, ti aiutano a capire quali sono le fonti di traffico verso il tuo sito e puoi vederne il rendimento, in termini di accesso o di obiettivi.

    In questo caso, è possibile visualizzare la Treemap che mostra visivamente da dove provengono i nuovi utenti ed è in tal modo efficace per capire dove e cosa spingere di più.

    • Consente di esplorare visivamente le tendenze nei dati per sviluppare rapidamente e in modo intuitivo ipotesi sulle campagne pubblicitarie.
      Mostra infatti immediatamente da dove provengono i nuovi utenti e in tal modo è efficace per capire dove e cosa spingere di più.
    • Rappresenta i dati sotto forma di rettangoli.
    • Ogni rettangolo del rapporto rappresenta un account, una campagna, un gruppo di annunci.
    treemap google analytics

    Le metriche principali di questo rapporto sono metriche di volume, come Sessioni o costo, e sono rappresentate dalla dimensione del rettangolo. le metriche secondarie, come CPC o Frequenza di rimbalzo, sono rappresentate da colore e saturazione. Il verde è un valore positivo, mentre il rosso indica un valore negativo; quindi più scuro è il verde migliore è la metrica secondaria, più scuro è il rosso, peggiore è la metrica secondaria.

    Attenzione! Il rapporto di Treemap è disponibile solo se Google Analytics è collegato a uno o più account Google Ads.

    Possiamo verificare anche l’efficienza delle Google Ads attraverso il Sitelink e il Targeting sulla rete display.

     

    sitelink

     

    rete display



    RAPPORTI COMPORTAMENTO

    Lo strumento fondamentale in questa tipologia di rapporto è il Flusso di comportamento: questo permette di verificare quali sono i movimenti dell’utente all’interno del sito, dove abbandona la sessione (sezione rossa) e dove invece decide di continuare.

    Grazie a questo rapporto puoi capire in che modo gli utenti navigano sul tuo sito e come interagiscono, quali pagine preferiscono e quali invece abbandonano, vedendo anche il percorso che seguono da una pagina all'altra.

    flusso comportamento

    Un esempio di flusso di comportamento di un sito

    Il diagramma che si ottiene evidenzia i nodi, le connessioni e le uscite che compongono il flusso di traffico.

    1. I nodi sono i punti di passaggio del traffico, e sono verdi; puoi anche cliccare su di loro per vedere il dettaglio.
    2. Le connessioni sono i percorsi intrapresi tra un nodo e l'altro.
    3. L'uscita è il punto in cui l'utente abbandona il flusso ed è evidenziato in rosso.

    RAPPORTI CONVERSIONI

    Questa funzione è importantissima per capire se le tue campagne di web marketing stiano avendo successo, analizzando il tasso di conversione.

    Cliccando su Obiettivi puoi creare gli obiettivi della tua campagna di marketing, e vedere il totale delle conversioni e il tasso di conversione che avrà generato.

    obiettivi google analytics

    Puoi anche impostare la canalizzazione obiettivo, cioè un percorso ideale di raggiungimento dell'obiettivo che ti sarà d'aiuto per capire a che punto gli utenti abbandonano il percorso o per vedere se ha successo fino alla fine.

    Con la funzione di Canalizzazioni multicanale potrai capire come i diversi canali di web marketing interagiscono fra loro per portare un visitatore al tuo sito e capire perché qualcuno garantisce una conversione mentre altri abbandonano il sito senza convertire.

    Grazie a questa analisi sarai in grado di correggere eventuali bug del sito, coni di bottiglia o altri elementi non adatti per il raggiungimento del tuo obiettivo finale.

     

    Spero che questa piccola guida di base all'utilizzo di Google Analytics ti sia d'aiuto per muovere i primi passi verso questo strumento fondamentale e indispensabile di monitoraggio, utile per comprendere al meglio i comportamenti dei tuoi utenti, per tracciare le tue campagne di web marketing e per capire l'andamento del tuo sito.

    Non hai ancora un account Google Analytics, cosa stai aspettando? 

    Se vuoi il nostro aiuto, clicca qui!

    « Google maps a pagamento? Ecco tutto quello che devi sapere Customer Experience, tu sai come rendere felici i tuoi clienti? »

      Ultimi articoli

      consulenza-gratuita-web-marketing

      Iscriviti al nostro blog